Innovazione nella tradizione

Il progetto nazionale INNOVAZIONE NELLA TRADIZIONE. L’incontro con il filosofo attraverso la lettura del testo ideato dalla Commissione didattica della Società Filosofica Italiana e coordinato sul territorio nazionale da Bianca Maria Ventura, ha avuto realizzazione in via sperimentale nell’anno scolastico 2007-2008, in cinque regioni d’Italia, tra cui le Marche, che hanno elaborato una propria personalizzazione del progetto nazionale.

La sezione di Ancona della SFI, in collaborazione con l’AgenziaScuola (Agenzia per lo Sviluppo dell’Autonomia Scolastica – ex IRRE Marche) ha lanciato le attività progettuali nel corso di un convegno che si è svolto ad Ancona, presso l’Aula Magna del Rettorato, il 4 dicembre 2007. Nel corso del seminario – aperto con i saluti del Direttore dell’Agenzia scuola per le Marche, Prof. Italo Tanoni e con le considerazioni introduttive del Prof. Giancarlo Galeazzi, Presidente della sezione dorica della Società Filosofica Italiana – si è affrontato il problema della centralità del “testo” nel processo di insegnamento-apprendimento della filosofia: si è sottolineato in particolare come la lettura dei classici, considerata da sempre un imprescindibile dell’esperienza filosofica in classe, sia un’operazione non esente da oggettive difficoltà, in parte per la scarsa attitudine dei giovani del tempo presente a confrontarsi con il testo scritto, in parte perché è prevalsa tra il insegnanti la modalità filosofica della ricostruzione del pensiero in forma narrativa.

Il professor Stefano Poggi, ordinario di Storia della Filosofia presso l’Università di Firenze e Presidente della Società Filosofica Italiana, ha tenuto una lectio magistralis sul tema La coscienza che intende e che nega attraverso la lettura di pagine tratte dalla Fenomenologia dello Spirito di Hegel. La prof.ssa Ventura ha presentato il progetto nazionale Innovazione nella tradizione. Attualità del testo filosofico, che, nella sua fase sperimentale (anno scolastico 2007-2008) vede coinvolte alcune istituzioni scolastiche marchigiane e che si fonda sull’ipotesi che l’incontro con il filosofo attraverso la pagina scritta possa utilmente conciliare la forza della tradizione e la sfida dell’innovazione. Sono seguite le razioni dei Professori Della Puppa, Galuppo, Mancinelli, Sassaroli, che hanno illustrato le loro specifiche progettazioni e gli intenti educativi e didattici con il quali attueranno il progetto nelle loro scuole di appartenenza. La Professoressa Carla Danani ha esplicitato, attraverso un breve, ma intenso intervento “il punto di vista” dell’università di Macerata, coinvolta nel progetto, ed ha declinato le azioni che svolgerà in sinergia con le scuole. La Professoressa Anna Sgherri, infine, ha svolto alcune considerazioni conclusive, sottolineando l’importanza dell’osservazione continua, svolta in situazione e finalizzata a verificare la bontà del progetto sperimentale e delle ipotesi di ricerca cui si ispira. Il seminario si è concluso, pertanto, con un appuntamento, che si svolgerà a conclusione della fase sperimentale, in cui i protagonisti dell’esperienza daranno conto del loro percorso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...